Una serata di gala all’insegna della solidarietà

Sabato 29  giugno a Modena nel corso della Cena di Gala nella meravigliosa cornice del Cortile d’Onore dell’Accademia, a dieci mesi dal lancio della campagna, è stato firmato il contratto di acquisto dell’angiografo digitale, cuore tecnologico della Sala Ibrida

“Abbiamo cominciato a parlare di Sala Ibrida nel luglio scorso. Oggi questo sogno è a portata di mano, grazie alla collaborazione di tutti – ha commentato Ivan Trenti, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena – e grazie al brand , credibile ed affidabile  della Sanità pubblica della Regione Emilia Romagna.  La campagna ha unito le anime migliori del nostro territorio: associazioni, professionisti, mondo industriale, cittadini. In tanti hanno raccolto il nostro invito con entusiasmo. Come Azienda abbiamo voluto fissato subito la road map dei lavori per dare a tutti quelli che si stanno impegnando e che si impegneranno la concretezza di quello che stiamo facendo. Vi invito tutti il 21 dicembre prossimo per l’Open Day all’Ospedale di Baggiovara quando potremo ammirare l’angiografo e quella che si avvia a diventare la Sala Ibrida più avanzata in Italia”.

Nel corso della serata in Accademia, condotta da Red Ronnie e di Cristina Chiabotto, hanno sfilato alcuni dei testimonial della campagna di raccolta fondi: Orietta Berti e Maurizio Cheli. Il Sindaco di Modena e Presidente della CTSS Gian Carlo Muzzarelli ha poi consegnato la Bonissima d’oro, ai grandi donatori: Edoardo Rossini di ARCA Fondi, Franco Stefani, presidente Gruppo System, Claudio Lucchese, Presidente di Florim, Fabio Sghedoni di Kerakoll, Emer Borsari di Borsari Group; stesso riconoscimento è stato consegnato ad Alessandro Gennari, Direttore Generale di Banca Interprovinciale, per il supporto alla campagna.

Scarica la locandina

Le foto della serata (si ringrazia Luigi Ottani per lan gentile consessione di alcune immaginj)